Banca Etica PurEnergy


Il 24 Agosto 2010 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che regolerà le tariffe incentivanti da riconoscere alla produzione di energia elettrica ottenuta da impianti fotovoltaici che entreranno in servizio nel triennio 2011-2013.

Il Conto Energia 2007/2010 sarà in vigore fino a fine 2010 e – ai sensi della legge 129/2010 recentemente approvata - si applicherà, alle condizioni indicate dalla legge, anche agli impianti realizzati entro la fine dell’anno che entreranno in servizio entro il 30 giugno 2011.

> Novità contenute nel decreto ministeriale, illustrate dal GSE (Gestore Servizi Energetici)

Ecco qui di seguito un sommario sul Conto Energia 2011-2013.Pannelli fotovoltaici

Tipologia degli impianti incentivati:

  • solari fotovoltaici
  • fotovoltaici integrati, con caratteristiche innovative
  • a concentrazione
  • fotovoltaici con innovazione tecnologica (da definire)


Impianti solari fotovoltaici

  • Limite potenza incentivabile: 3.000 MW
  • Potenza nominale minima: 1 kW
  • Durata incentivazione: 20 anni
  • Applicabilità:impianti entrati in servizio tra l'1/1/2011 eil  31/12/2013
  • Dal 2011: tariffe incentivanti determinate in ragione decrescente temporalmente per ridurre la discontinuità con le precedenti in vigore fino al 31 dicembre 2010.
  • Dal 2012: tariffe previste dalla colonna C, decurtate del 6% annuo.

Conto Energia 2011-2013


Impianti fotovoltaici integrati, con caratteristiche innovative

  • Limite potenza incentivabile: 300 MW
  • Potenza nominale minima 1 kW, massima 5000 kW
  • Durata incentivazione: 20 anni
  • E' necessario utilizzare moduli e componenti speciali espressamente realizzati per integrarsi e sostituire elementi architettonici.
  • Applicabilità:impianti entrati in servizio tra l'1/1/2011 e il 31/12/2013
  • Dal 2012: tariffe decurtate del 2% annuo.

    Conto Energia 2011-2013















Impianti a concentrazione

  • Limite potenza incentivabile: 200 MW
  • Potenza nominale minima 1 kW, massima 5000 kW
  • Durata incentivazione: 20 anni
  • I soggetti responsabili possono essere esclusivamente persone giuridiche o soggetti pubblici
  • Applicabilità:impianti entrati in servizio tra il 26/08/2010 (data di entrata in vigore del decreto) e il 31/12/2013
  • Dal 2012: tariffe decurtate del 2% annuo.

Conto Energia 2011-2013














Fonte Conto Energia 2011/13: Gestore dei Servizi Energetici - GSE

Precedentemente, il Conto Energia 2007/2010 aveva introdotto: 

  • La diminuzione della complessità gestionale del meccanismo di incentivazione.
  • L’aumento dell’incentivo per i sistemi che risultano parzialmente o totalmente integrati da affiancare all’efficienza energetica degli edifici.
  • La definizione degli impianti inferiori a 20kW come “non industriali” e quindi la previsione di un aumento nell’incentivazione.
  • L’eliminazione del tetto di potenza, che aveva limitato l’ammissione delle domande.

Taglio di potenza dell’impianto (kW) Non integrato (€/kWh) Parzialmente integrato (€/kWh) Integrato (€/kWh)
Da 1 kW a 3 kW 0.40 0.44 0.49
Da 3 kW a 20 kW 0.38 0.42 0.46
Superiori a 20 kW 0.36 0.40 0.44


Un aspetto particolarmente interessante consisteva nel fatto che la tariffa incentivante riguardava, anche, la produzione aggiuntiva di un impianto in esercizio da 2 anni, cui erano stati aggiunti moduli fotovoltaici di potenza non inferiore ad 1 kW.

La Delibera 90 dell’11 Aprile 2007 aveva dato l’avvio al decreto del 19 Febbraio, illustrando, le procedure che dovevano essere seguite per l’entrata in esercizio degli impianti fotovoltaici (che costituivano parte rilevante della generazione distribuita) e per l’ammissione al regime di incentivazione previsto per la produzione da fotovoltaico.